Ricerca
BLOG: Migliora il tuo sonno. Migliora la tua Vita.

Materassi in schiuma di lattice o schiuma di poliuretano?

Quando sentiamo parlare di materassi in schiuma, generalmente si fa riferimento a prodotti realizzati con schiume di lattice o di poliuretano. Si tratta di materiali diversi che grazie alle loro caratteristiche si prestano molto bene sia come elementi di sostegno sia come elementi di comfort.


 

Cosa sono


La schiuma di lattice può essere ottenuta in modo naturale dalla secrezione di alcune piante tropicali (Helvea Brasiliensis) oppure in modo sintetico riproducendone la molecola in laboratorio. Entrambe le tipologie, come anche una loro combinazione, possono essere utilizzate nella produzione di materassi, e in genere di imbottiti, con notevoli vantaggi. Questo tipo di schiuma infatti accoglie il corpo offrendo una piacevolissima sensazione di comfort, rispondendo senza difficoltà ai diversi cambiamenti di posizione che il corpo assume durante il sonno, anzi facilitandoli.

La schiuma di poliuretano, materiale sintetico dalle mille applicazioni il cui primo brevetto risale al 1938, possiede utilissime caratteristiche: è traspirante, flessibile, resistente, sicuro per la salute dell’uomo e la salvaguardia dell’ambiente. Grazie alla ricerca tecnologica, oggi sono disponibili schiume di poliuretano prive di sostanze nocive e proprio nelle formulazioni più innovative la schiuma può contenere elementi di origine vegetali, come ad esempio la soia.

 

La sua versatilità la rende idonea per ogni tipo di lavorazione, arrivando ad ottenere forme e sagome studiate ad hoc per garantire notevoli prestazioni ergonomiche, in particolare ai materassi.

 

La schiuma poliuretanica può avere una struttura a cellule aperte o chiuse: maggiore è l’apertura della cellula, più il materasso è elastico e più aria circola al suo interno, facilitando la ventilazione negli strati interni, con notevoli vantaggi in termini di qualità del sonno.

 

Dove possono essere usate all’interno del materasso


L’anima del materasso, la struttura di sostegno che regge il peso del corpo in una condizione di totale relax durante la notte, viene spesso realizzata con queste schiume capaci di offrire un appoggio ergonomico e al contempo confortevole. Le lastre di lattice e di poliuretano possono infatti essere lavorate con densità e sagome differenti per diversificare le zone di portanza del materasso e sostenere al meglio le parti del corpo in base alle loro caratteristiche, quelle più pesanti come il bacino, quelle più sporgenti come la spalla, quelle più leggere come braccia o gambe. Si ottiene così una migliore comodità.

Posizionate invece negli strati interni del materasso, tra le imbottiture (spesso realizzate con falde di lana, cotone, lino, tecnofibre) e gli strati coibentanti (in feltro, crine o tessuti tecnici), le schiume in lattice o poliuretano hanno la funzione di distribuire le sollecitazioni prodotte dal corpo in movimento, migliorando il comfort di superficie del materasso. Basti pensare alla schiuma in poliuretano viscoelastico ad effetto Memory in grado di modellarsi perfettamente sulle forme del corpo senza generare punti pressione sgradevoli durante il sonno. Una delle principali caratteristiche delle schiume è proprio la resilienza, la capacità di resistere agli urti e di adattarsi a grandi deformazioni riacquistando la forma originaria senza rotture o degenerazioni del materiale.

La traspirazione e il conseguente benessere sono garantiti da entrambi i materiali: gli alveoli o i fori passanti così come la modellatura del massello facilitano il rilascio verso l’esterno dell’umidità e del calore che si creano all’interno del materasso durante il riposo notturno, assicurando un’ottima regolazione della temperatura corporea.

 

Quale scegliere?


La scelta di una tipologia di materasso piuttosto che dell’altra diventa un fatto del tutto soggettivo. In linea di principio la schiuma di lattice è più flessibile e restituisce una sensazione di maggior accoglimento; la schiuma di poliuretano ha un’elasticità più scattante e dona al corpo la sensazione di un maggior supporto.


Il peso, l’altezza, l’età e il sesso delle persone sono fattori determinanti in fase di progettazione del materasso, poiché il comfort percepito durante il sonno dipende anche da questi fattori. Ecco perché l’industria ha messo a punto prodotti con schiume dalle portanze differenti, proprio per soddisfare l’ergonomia e garantire un sostegno adeguato al corpo per i soggetti più diversificati.

 

Le ultime tendenze nella produzione di materassi vanno sempre di più verso l’integrazione tra le due differenti tipologie di schiume, con portanze e densità diverse, in abbinamento anche ad altri materiali. L’intento è quello di sfruttare il meglio di ciascun componente e ottimizzare comfort e benessere durante il riposo. Vige comunque la regola di sempre: recarsi presso un punto vendita qualificato e provare il materasso prima di acquistarlo.




ARTICOLI PIÙ LETTI

Materassi in schiuma di lattice o schiuma di poliuretano?

Quali sono le differenze tra i materassi realizzati con le due schiume e quale scegliere per il...

Il sonno e' un’ottima e salutare cura dimagrante

Hai mangiato troppo durante le feste? Ecco come dormire per rimettersi in forma grazie al...

Sonno: Sindrome delle gambe senza riposo

È un disturbo del sonno che affligge circa il 10% della popolazione. Ecco come si...

Insonnia, ansia e qualita' della vita

Ridurre lo stress quotidiano e ritornare ad una vita equilibrata è importante anche per...

Sonno e lavoro, attenzione ai turni di notte

Se fai un lavoro impostato sui turni, sei esposto a maggiori rischi per la tua salute. Leggi qui...

Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?

ISCRIVITI ORA