Retailers Rivenditori

Cosa consiglia il medico per funghi e acari

dettaglio notizia

Gli alti livelli di umidità nel contesto dei materassi e degli altri effetti letterecci non dipendono soltanto dall’umidità della casa.

Contaminazione da funghi degli effetti letterecci

 

 

Gli alti livelli di umidità nel contesto dei materassi e degli altri effetti letterecci non dipendono soltanto dall’umidità della casa, ma anche e soprattutto dal fatto che un adulto produce circa 100 litri di sudore all’anno e induce una temperatura di circa 30° nel suo letto con il giacervi per circa 8 ore sulle 24 della giornata. Sono le condizioni ideali di un sito di coltura per i funghi.

 

E’ stata effettuata una ricerca su 10 cuscini con imbottitura di piuma e di materiale sintetico, usati in famiglia, che avevano un’età d’uso da un anno e mezzo a più di vent’anni. Sui cuscini vennero effettuati degli strisci a vari livelli del contesto e fu anche raccolta della polvere mediante aspirazione. Da tutti i campioni vennero fatte delle colture per verificare la crescita di microrganismi. I funghi che si sono sviluppati su queste ultime furono identificati con i metodi morfologici standard.

E’ risultato che in tutti i cuscini era presente Aspergillus fumigatus, in sei cuscini era presente Aureobasidium pullulans ed in sei il lievito Rhodothorula mucilaginosa.

 

Queste le specie più comuni, oltre ad una quantità di altre specie a distribuzione più sporadica, tra le quali A. niger e A. flavus che non sono patogeni. A. fumigatus è invece un noto patogeno, con 18 allergeni riconosciuti e numerosi altri in via di identificazione.

E’ sconcertante che una simile fonte di allergeni finora inosservata, fosse così a portata di mano. Si pensa che dalla fonte fungina si potrebbe difendersi usando una fodera di tessuto a trama particolarmente fitta. E’ poi essenziale che i cuscini siano rivestiti con fodere sfoderabili e siano lavate periodicamente, accuratamente in lavatrice ad una temperatura superiore ai 75°. Con un simile trattamento, la prevenzione verso acari, miceti e microrganismi è senz’altro assicurata.

 

Caratteristiche dei materassi e concentrazione degli acari

 

Se è vero che gli Acari sono un rischio importante se non il maggiore di malattie allergiche respiratorie e cutanee e se è vero che la riduzione della loro presenza nell’ambiente ha una influenza positiva sulla sintomatologia, sembra che la prima cosa da fare sia concentrare l’attenzione sui materassi che senza dubbio ne rappresentano la fonte principale. Da tempo si cerca di scoprire quali sono i fattori che rendono una suppellettile imbottita l’ideale dimora degli acari. Il problema non è ancora chiarito, ma intanto sappiamo che i guanciali di piuma, che nell’opinione corrente rappresentano tale ideale di ricettacolo per gli acari, lo sono invece molto meno di un materiale sintetico.

 

Questo per dire che non si è ancora studiata con la dovuta attenzione la qualità ricettiva dello strato superficiale dei materassi.
Uno studio olandese ha accertato che la ricopertura di tessuto sintetico è più recettiva per gli acari di quella di cotone. Inoltre è pure emerso (e ancora una volta confermato) che l’elevato livello di umidità è associato a più alte concentrazioni di acari nei materassi.
Se questo dato fosse ulteriormente dimostrato, sarebbe certo il caso di introdurre nelle istruzioni che si danno ai pazienti quella di preferire i materassi ( ma anche probabilmente i cuscini ) che hanno uno strato superficiale ricoprente fatto con i tessuti capaci di contrastare la proliferazione di batteri , acari e favorendo la traspirazione dell’umidità.

You might also like...
newsletter Do you want to receive all the news on Consortium mattresses?
I declare that I have read the information attached here and accept the processing of my personal data for the purposes indicated.

Contact us for information