Ricerca
NEWS

Materiali per materassi a cambiamento di fase

Materassi di ultima generazione: uno dei presupposti principali per il raggiungimento del giusto livello di comfort durante il riposo notturno è il mantenimento della temperatura del corpo costante per tutta la notte.

L’aiuto arriva dalla tecnologia grazie alla quale è possibile conservare un rapporto di equilibrio tra la temperatura del materasso e quella del corpo che ospita.

L’assenza di sbalzi termici infatti favorisce il completo relax e quindi induce più facilmente ad un sonno profondo, continuo e davvero ristoratore. 
Perché questo avvenga è necessario un maggior controllo del microclima del materasso.

Per facilitare tale funzione sono oggi disponibili i materiali a cambiamento di fase, più conosciuti con la sigla P.C.M, cioè Phase Change Materials. 

Cosa sono esattamente i materassi termici? 

Sono materiali intelligenti con specifici requisiti termoregolanti, in grado cioè di “sentire” i cambiamenti di temperatura del corpo umano e di reagire di conseguenza, mantenendone l’equilibrio. 

Vengono realizzati grazie all’aiuto delle nanotecnologie: delle microcapsule contenenti una speciale paraffina vengono inserite negli elementi che compongono il materasso, dai tessuti di rivestimento alle anime di sostegno, in schiuma di poliuretano oppure in schiuma di lattice

Queste microcapsule reagiscono al calore del corpo assorbendolo quando è in eccesso, cioè oltre i 33 gradi centigradi, e invece restituendolo quando scende sotto quella soglia. 

Questo processo è caratterizzato da due distinte fasi (da cui il nome di questi materiali) in cui la paraffina contenuta nelle microcapsule passa dallo stato solido a quello liquido con l’innalzarsi della temperatura. Lo scambio termico altalenante consente così di percepire di fatto una temperatura equilibrata, costante e corretta, senza cioè quegli sbalzi fastidiosi che causano risvegli sgradevoli e che fanno cercare di volta in volta le zone fresche o quelle tiepide del letto, a seconda delle necessità.

Da dove provengono i materiali per i materassi termici?



I materiali a cambiamento di fase sono stati messi a punto dalla NASA per la realizzazione delle tute spaziali, sono frutto quindi di lunghi studi e di esperienze maturate in anni di utilizzi in condizioni estreme. Il loro impiego nella costruzione dei materassi consente di elevare a livelli notevoli il comfort generale, perché combatte efficacemente l’eccesso di calore normalmente prodotto nella stagione estiva e la sensazione di freddo in quella invernale, nonché i disagi degli allettamenti obbligati dalle malattie stagionali o da infortuni di vario tipo. 

Un progresso tecnologico notevole, già presente nei materassi prodotti dalle aziende associate al Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità.

Maxitalia
Lever

 

 


Lordflex's
Dormiglione

 

 

 

Somnium
Adhara

 

 

 

Simam
Grantopper


 

Categorie

ARTICOLI PIÙ LETTI

Il riposo dell'operato: come dormire bene dopo la chirurgia ortopedica

La popolazione mondiale, e in particolare quella italiana, sta invecchiando, le nostre...

La scheda: il materasso memory in poliuretano espanso

Come deve essere un materasso in schiuma di poliuretano per dirsi di qualità? Alcuni...

Il materasso per bambini dalla culla all'adolescenza

Nel 2006 la Commissione europea ha commissionato uno studio  per valutare la sicurezza di...

Il letto, curiosità e storia dell'evoluzione del comfort

Le prime fonti che testimoniano l’esistenza di un vero e proprio “letto”, come...

Mal di schiena, postura e qualita’ del riposo

Il 70-90% delle persone avrà almeno un episodio di mal di schiena durante la vita. Come...
Accredito Stampa

Vuoi ricevere in anteprima tutti i comunicati stampa?

 

Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?

ISCRIVITI ORA