Rivenditori Rivenditori

Eco-compatibilità e ricerca scientifica per tessuti di rivestimento high-tech

dettaglio notizia

Salute dell'uomo e tutela dell'ambiente come focus della ricerca scientifica. Obiettivo: dare soluzioni innovative ai problemi di ogni giorno.

La salute dell’uomo e la tutela dell’ambiente sono sempre più al centro dell’attenzione dell’industria del bedding, come conferma l’impegno delle aziende associate nel Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità. I continui investimenti nella ricerca di soluzioni innovative per il benessere della persona hanno portano allo sviluppo di tessuti high-tech per il rivestimento dei materassi, in grado di rispondere ai problemi quotidiani con un grande riguardo anche per l’ambiente. Ne è un esempio il progetto di ricerca per contrastare il diffondersi della cimice del letto, come ci spiega Aldo Tempesti, Direttore di TexClubTec.

Dalla fine degli anni Novanta la diffusione di cimici del tipo Cimex lectularius e Cimex hemipterus ha mostrato evidenti segni di ripresa a livello mondiale; fra le cause vi è il cambiamento di clima, i più frequenti spostamenti umani, l’adattamento delle cimici all’utilizzo di insetticidi.
La presenza di cimici in Europa è stata endemica fino alla seconda Guerra Mondiale, ma successivamente con la maggiore igiene, sia personale che abitativa, e con il crescente utilizzo degli insetticidi si arrivò alla loro totale scomparsa.
Tuttavia negli ultimi anni si sono registrati segnali di crescita della presenza delle cimici in Europa, USA, Canada, Australia e in particolare nel sud della Francia.
Fra le strutture spesso risultate infestate da questi insetti vi sono abitazioni private, alberghi, vagoni-letto sui treni, navi da crociera, scuole, ospedali, tutti luoghi dove, per quanto riguarda l’ambito dell’arredo tessile, le cimici trovano il loro spazio abitativo nei materassi, nelle coperte, nelle tende, nelle poltrone e sui rivestimenti murali, nei tappeti.
Oltre a questioni di igiene, la presenza di cimici comporta anche un problema di salute, poiché sono portatrici di malattie e irritazioni: le loro morsicature sono indolori ma estremamente visibili e possono avere conseguenza che possono sfociare in ansia, malessere, malattie della pelle, insonnia, anemia e, persino, anafilassi.

Nella lotta contro tali insetti nel passato sono stati utilizzati prodotti insetticidi e repellenti (biocidi) che pur risultando utili, hanno sollevato numerose preoccupazioni in relazione a rischi per l’ambiente e la salute, tanto che molti non sono accettati dalla Direttiva Europea (European Biocides Directive 98/8/EC) per la loro tossicità sull’uomo e per il loro impatto sull’ambiente.

In uno scenario quale quello sopra descritto, hanno riscosso grande interesse a livello internazionale i risultati del progetto di ricerca europeo Betitex finalizzato alla messa a punto di tessili idonei a proteggere dalle cimici, con l’utilizzo di biocidi sostenibili, che siano in linea con le indicazioni della Direttiva Europea BPD (Biological Product Directive). Il progetto ha voluto mettere a punto prodotti tessili non solo conformi alle normative vigenti, ma che tengano anche conto di criteri di sostenibilità come richiesto dall’Unione Europea.

Tale progetto è stato condotto da un gruppo di associazioni tessili (per l’Italia TexClubTec), centri di ricerca ed aziende produttrici.
La ricerca ha individuato prodotti con caratteristiche repellenti ed insetticide testati con le tecnologie più innovative quali la microincapsulazione, il sol-gel oltre ai vari trattamenti di finissaggio, al fine di confrontarne la durabilità ed il grado di rilascio dell’elemento attivo.

La ricerca si è sviluppata in varie fasi: durante la prima fase sono stati selezionati i biocidi più efficienti ed i substrati tessili più utilizzati nel segmento di mercato del letto.
Nella seconda e terza fase del programma del progetto, ci si è focalizzati sulle migliori tecnologie applicative in grado di garantire l’efficacia dei tessuti (tralicci di materassi, coprimaterassi, lenzuola, etc.) sviluppati nel corso del progetto.

Sono state quindi sperimentate la micro/nano-incapsulazione, processi di spalmatura sol-gel con proprietà biocide, finissaggi tessili con biocidi micro/nano-incapsulati e l’utilizzo di monofilamenti di polipropilene con proprietà biocide ottenuti con processi di estrusione a caldo.

Oltre che dal punto di vista dell’efficacia delle sostanze biocide, i positivi risultati dei tessuti sviluppati sono stati valutati anche in termini di proprietà meccaniche, resistenza ai lavaggi ed al sudore.

Potrebbe interessarti anche...
cerca
Cerca tra gli approfondimenti
le guide
Le guide Registrati e scarica le nostre guide ufficiali
Rivenditori
CERCA IL RIVENDITORE PIÙ VICINO A TE cerca
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni

promo guide