Cerca rivenditore Rivenditori

Tessili innovativi per il settore materassi

dettaglio notizia

Caratteristiche tecniche dei tessuti intelligenti

Articoli Flame Retardant per il bedding

Fra i vari rischi potenziali, il fuoco è sicuramente uno di quelli a cui anche secondo le statistiche necessita prestare maggiore attenzione. Spesso possono essere cause banali, quali un corto circuito od un mozzicone di sigaretta, a provocare effetti catastrofici. In linea quindi sulla necessità di dare una risposta a tali esigenze sono stati realizzati tessuti in mista fibra modacrilica/viscosa, con caratteristiche flame retardant ed omologati in classe 1, con peso di 150 g/mq, facilmente stampabili e tingibili senza alcuna perdita delle caratteristiche di ignifugità. Lo stesso tessuto può essere inoltre accoppiato con PVC Flame Retardant per la realizzazione di protezioni impermeabili ignifughe, proteggi materassi e reti.

 

L’evoluzione del tessuto ignifugo

Nel generale scenario anche il comparto arredamento sta evidenziando per una maggiore dinamicità allineando il settore ad altri segmenti applicativi, nella ricerca di materiali funzionali, o “intelligenti”.

Il letto, infatti, è il luogo in cui si possono trovare le condizioni di umidità e temperatura che favoriscono la crescita della popolazione dei batteri. Ed in questa direzione che l'industria si è mossa per un’evoluzione della fibra poliestere Flame Retardant, alla quale sono state trasferite le proprietà antibatteriche già utilizzate nel settore abbigliamento. Tecnicamente, è stata addizionata alla funzionalità tradizionale antifiamma un’altra funzione specifica, la funzione bioattiva, grazie all’addizione di ioni argento su supporto ceramico fissati direttamente nella fibra. La componente bioattiva nelle fibre inibisce la crescita esponenziale di tali batteri sulla superficie della fibra prevenendo quindi la formazione degli odori e la propagazione di possibili allergie.

 

Protezione da allergia agli Acari

Fra le allergie più diffuse, nell’ambito domestico, emerge l’allergia agli acari (imputabili per il 60% dei casi di allergia respiratoria) Si calcola che vi siano circa 2 milioni di acari in un letto matrimoniale. Ognuno di essi espelle quotidianamente palottoline di escrementi, talmente piccole da rimanere fluttuanti nell’aria Sono tali escrementi che contengono sostanze allergizzanti.

L'annientamento totale degli acari è praticamente impossibile, mentre per la riduzione del tasso di allergeni al di sotto della soglia di sensibilizzazione, in genere si seguono alcuni accorgimenti, quali aerazione e pulizia dei locali od utilizzo di coprimaterassi con effetto barriera (es poliuretano)

Risultati invece molto positivi per la riduzione delle allergie agli acari si sono ottenuti con tessili, contenenti additivi antifungini altamente efficaci, in grado di interrompere il ciclo vitale dell’acaro, che inibendo la formazione del fungo, sua fonte di alimentazione, portano quindi alla sua estinzione naturale Test clinici hanno dimostrato come già il 20% dei pazienti abbia riscontrato miglioramenti entro le prime settimane di utilizzo mentre per i restanti i risultati positivi sono stati raggiunti entro i 15 mesi di sperimentazione.

 

Caratteristiche ambientali e di biodegrabilità

Sempre più spesso i temi relativi alla sicurezza ed alla salute umana si intrecciano con problemi ambientali quali quelli, in taluni paesi extraeuropei, dell’uso diffuso di sostanze tossicologicamente pericolose. E tale situazione si riscontra per il tessile ove per diversi articoli prodotti, non vi è alcun controllo sull’uso di pesticidi.

Con particolare attenzione a tali problematiche sono stati realizzati tessuti per tralicci per materassi, prodotti con cotone biologico certificato, cioè raccolto da "campi protetti e segnalati" dove non vengono utilizzati erbicidi o pesticidi di origine chimica da almeno tre anni.

Si garantisce inoltre che durante tutte le fase di produzione, tessitura e finissaggio non vengono utilizzate sostanze nocive ma tutto viene eseguito a secco. Il tessuto risulta quindi ideale per materassi o guanciali per bambini in quanto l'assenza di sostanze chimiche evita qualsiasi tipo di "allergie al contatto 

 

Tessuti biodegradabili in fibra di mais

II PLA è una fibra sintetica biodegradabile basata sulla polimerizzazione di acido polilattico ottenuto dalla fermentazione del mais. E’una fibra totalmente nuova in quanto ottenuta non dal petrolio ma da una fonte vegetale rinnovabile. Una fibra che se bruciata manifesta un limitato carattere antifiamma, non producendo fumi e gas tossici. Anche la quantità del calore sviluppato è circa un terzo di quello sviluppato da polipropilene o polietilene. In pratica il PLA manifesta proprietà molto simili a quelle di una fibra sintetica ma la sua natura è quella di una fibra naturale. Con tali caratteristiche il PLA non poteva non essere utilizzato anche per rivestimenti di materassi finalizzati ad una particolare attenzione alle tematiche dell’eco compatibilità e biodegradabilità.

-->Leggi anche "Le nanotecnologie e il loro impatto nel settore tessile"

Potrebbe interessarti anche...
cerca
Cerca tra gli approfondimenti
le guide
Le guide Scarica le guide per migliorare la qualità del tuo riposo
Rivenditori
SCOPRI DOVE ACQUISTARE I MATERASSI CERTIFICATI Cerca rivenditore
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni

promo guide