Rivenditori Rivenditori

Come mantenere il materasso in perfetta salute

Ecco gli accorgimenti utili per prendersi cura del proprio materasso a beneficio del nostro risposo.
In primo luogo, nei primi 90 giorni dall’acquisto del materasso, conviene girarlo testa/piedi e sopra/sotto almeno due volte al mese, per consentirne un assestamento equilibrato.

Ecco gli accorgimenti utili per prendersi cura del proprio materasso a beneficio del nostro risposo.

In primo luogo, nei primi 90 giorni dall’acquisto del materasso, conviene girarlo testa/piedi e sopra/sotto almeno due volte al mese, per consentirne un assestamento equilibrato.
Se si tratta di un materasso non reversibile come ad esempio i materassi con topper o che non prevedono un lato estivo e un lato invernale, basta girarli testa/piedi.

E’ poi buona norma utilizzare il materasso su un supporto (rete) adeguato, uniforme e capace di garantire la necessaria aerazione. Il supporto deve essere elastico ma non troppo cedevole, avere dimensioni uguali e mai più piccole del materasso stesso; in caso di materasso matrimoniale non deve avere il longherone centrale sopraelevato rispetto al piano delle doghe. Un ottimo materasso su una base scadente o semplicemente non idonea si rovina irreparabilmente.

L’esposizione all’aria è in grado di prevenire molto efficacemente il ristagno di umidità e il formarsi di cattivi odori, ed è la prima e più elementare forma di corretta manutenzione. L’ideale è lasciare scoperto il materasso per almeno 10 minuti al giorno.

Dal punto di vista igienico e funzionale, poi, sono molto pratici i materassi sfoderabili: la fodera può tranquillamente essere tolta e lavata in lavatrice o in tintoria a seconda del tessuto e delle indicazioni date dal produttore. Un'ulteriore protezione da polvere e macchie si ottiene con l'utilizzo di sovrafodere di spugna o cotone facilmente lavabili ad acqua.

Concludiamo con alcuni consigli in ordine sparso:

  • Meglio non consentire ai bambini di saltare sui materassi, perché possono provocare danni agli strati interni;
  • non bisogna usare il battipanni (troppo violento) ma spazzole aspiranti a bassa potenza;
  • mai bagnare il materasso, né pulirlo con elettrodomestici al vapore: negli strati interni creerebbero una condizione di umidità che darebbe vita a colonizzazione di acari e a processi di putrefazione;
  • per la pulizia è meglio attenersi alle indicazioni di manutenzione riportate sulla scheda prodotto che accompagna ogni materasso di qualità;
  • i materassi non vanno arrotolati né piegati: verrebbero danneggiati gli elementi interni;
  • evitare assolutamente l'utilizzo di ferro da stiro o asciugacapelli per asciugare il tessuto esterno da eventuali macchie.
Conosciamoci meglio

Mettiti in contatto con IL CONSORZIO, un nostro consulente risponderà alle tue richieste!

Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Consento all'invio di materiale commerciale e dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

newsletter Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni