Rivenditori Rivenditori

Riconversione è la migliore reazione al Coronavirus

27.03.2020 Dormire bene
dettaglio notizia

La risposta delle Imprese all'emergenza Covid-19

Come possono reagire imprenditori e artigiani all'emergenza Coronavirus?

Per farlo bene servono gli strumenti giusti: vanno bene il divieto di assembramento e l’ordine perentorio di stare a casa, ma chi è già stato contagiato e lotta per recuperare la salute perduta, o peggio ancora chi combatte in prima persona come medici, infermieri e operatori sanitari, ha bisogno urgente delle armi giuste, e cioè ventilatori polmonari, apparecchiature per ossigenare il sangue e “pulirlo” dal Co2, gel sanificanti, mascherine chirurgiche, quelle con filtro FPP2 e FPP3 e dispositivi di protezione individuale monouso.

E’ qui che la lungimiranza, la creatività e anche un certo spirito di abnegazione di imprenditori e artigiani particolarmente avveduti riesce a fare la differenza. L’intera filiera dell’industria manifatturiera sta ripensando se stessa e sta cercando ove possibile di fare di necessità virtù, convertendo la propria produzione per adeguarla alle nuove necessità.

Capita così che produttori di macchine industriali e anche case automobilistiche decidano di allearsi con i pochissimi produttori di ventilatori polmonari esistenti per aiutarli ad aumentare i livelli produttivi, oppure che aziende farmaceutiche si attrezzino per avviare nuove produzioni di gel sanificanti, o anche che aziende della cosmetica passino dalla produzione di profumi a quella di disinfettanti.

E anche, per restare più vicini al nostro mondo, che aziende tessili, del comparto dell’abbigliamento e dell’arredamento decidano di sfruttare il loro know-how e le loro attrezzature per produrre mascherine antivirus, con o senza filtro. Operazione quanto mai necessaria, perché il solo fabbisogno nazionale è di 90 milioni di pezzi al mese, contro una capacità produttiva attuale che non arriva neanche alla metà.

E’ esattamente quanto sta accadendo presso i produttori di materassi e sistemi per dormire. Oggi anche le aziende unite nel Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità  sono già opertive nella produzione in serie mascherine delle varie tipologie, destinate sia agli operatori sanitari, sia agli esercenti a contatto col pubblico, sia ai comuni cittadini.

L’impresa non è facile, perché i test da superare e i tempi per ottenere le omologazioni previste dalla normativa sono indispensabili e poi perché il ritorno dell’investimento non è certamente immediato. Ma ormai il treno è partito e le prime produzioni avviate hanno già dato buoni riscontri.

Quando tutti i problemi saranno risolti e le forniture potranno essere garantite, ne daremo debito conto attraverso la nostra Newsletter. Sarà sicuramente a breve, perché la necessità preme e l’emergenza contagio non si esaurirà certamente prima dell’estate, pur andando progressivamente scemando.

Ma un nuovo fronte si è aperto, ed è quello della consapevolezza della supremazia del bene comune. Potrebbe essere uno dei pochi lasciti positivi di questa terribile esperienza, e il Consorzio con le sue aziende ha tutte le intenzioni di valorizzarlo al massimo.

   

   Mascherina chirurgica: fonte Lordflex’s

 

   Immagine di copertina: fonte Imaflex by Somnium

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni

promo guide