Rivenditori Rivenditori

I materassi per uso pubblico, dalle comunità agli alberghi

14.12.2014 Il sistema letto
dettaglio notizia

I materassi destinati alle strutture alberghiere, ospedali o comunità ricettive devono rispettare la regola tecnica del Decreto Ministeriale 9 aprile 1994, modificato ed integrato dal Decreto Ministeriale 6 ottobre 2003 e dal Decreto Ministeriale 3 marzo 2014 (Rifugi Alpini).

I materassi ad uso pubblico sono progettati e prodotti specificatamente per gli alberghi, le comunità ricettive, gli ospedali poiché devono avere particolari caratteristiche tecniche.

La Norma cogente è stata emanata allo scopo di tutelare l'incolumità delle persone e salvaguardare i beni contro i rischi dell'incendio. Il fuoco è infatti il pericolo principale in questo campo, considerato che un banale cortocircuito o un mozzicone di sigaretta potrebbero provocare effetti tragici, senza le dovute cautele.

I materassi utilizzati nelle strutture ricettive con più di 25 posti letto devono essere classificati ed omologati nella Classe 1 IM. 

Per reazione al fuoco si intende il “grado di partecipazione di un materiale al fuoco al quale è sottoposto"; in relazione a tale caratteristica i materiali vengono assegnati alle classi 0, 1, 2, 3, 4, 5 con l'aumentare della loro partecipazione alla combustione; quelli di classe 0 sono non combustibili.

La reazione al fuoco valuta pertanto la maggiore o minore propensione che un materiale ha di partecipare ad un principio d'incendio. Maggiore è la partecipazione del materiale al processo di combustione, ovvero il grado di pericolosità, più elevata è la sua classe di reazione al fuoco.

Le classi di reazione al fuoco dei materiali ammessi normalmente dalle normative vigenti sono:

  • Classe 0: materiale incombustibile
  • Classe 1: materiale difficilmente combustibile e con propagazione di fiamma molto lenta
  • Classe 2: materiale mediamente infiammabile e con propagazione di fiamma molto lenta
  • Classe 3: materiale facilmente infiammabile e con media velocità di propagazione di fiamma

Le attività ricettive turistico – alberghiere  sono definite dall'art. 6 della legge n. 217 del 17 maggio 1983 (G.U. n. 141 del 25 maggio 1983) come qui di seguito elencato:

a) alberghi;
b) motel;
c) villaggi-albergo;
d) villaggi turistici;
e) esercizi di affittacamere;
f) case ed appartamenti per vacanze;
g) alloggi agroturistici;
h) ostelli per la gioventù;
i) residenze turistico alberghiere;
l) rifugi alpini.

I materassi devono essere conformi al certificato rilasciato dal Ministero dell'Interno, che ne attesta le proprietà ignifughe secondo il metodo di prova di Classe 1IM. 

L'Atto di Omologazione è un documento emesso dal Ministero degli Interni (redatto solo su carta intestata del Ministero degli Interni), ha validità quinquennale e viene rilasciato al Produttore in base al certificato di reazione al fuoco redatto dal laboratorio accreditato, che ha eseguito le prove sul prototipo, e alla relativa scheda tecnica del prodotto. 

Copia dell’Atto di Omologazione deve accompagnare ogni fornitura di materassi, insieme alla Dichiarazione di Conformità sottoscritta dal Produttore che in questo modo si assume la responsabilità della conformità del prodotto al prototipo certificato.

 

Conosciamoci meglio

Mettiti in contatto con IL CONSORZIO, un nostro consulente risponderà alle tue richieste!

Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Consento all'invio di materiale commerciale e dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni