Rivenditori Rivenditori

Anno Nuovo, vita nuova, ma il materasso...

11.01.2019 Dormire bene
dettaglio notizia

Il sonno preserva la nostra salute fisica e mentale.
Per dormire in modo confortevole è fondamentale un sistema letto di qualità

Finiti i numerosi brindisi di fine anno con gli amici, possiamo iniziare quello più importante, il brindisi con noi stessi. 

Che poi vuole dire fissare nella nostra mente i buoni propositi per il nuovo anno, dopo una rapida valutazione di quello vecchio. Per evitare di fissare obiettivi irraggiungibili, fonte di inevitabili frustrazioni, forse è meglio partire dalle evidenze più eclatanti, dai nodi ormai da sciogliere, dalle necessità non più rimandabili. Come per esempio quella di dare un seguito concreto ad una delle massime più sagge che la civiltà latina ci ha tramandato: “Mens sana in corpore sano”, diceva Giovenale nelle sue Satire, intendendo con questo che la sanità della mente e quella del corpo sono i due presupposti di base per una vita piena.

In epoca moderna il senso di questo motto si è un po’ modificato, fino a significare che per avere una mente sana occorre curare anche la salute del corpo. Per quanto riguarda la mente lasciamo il compito a chi ha la competenza necessaria, ma per la salute del corpo siamo preparatissimi a dare i consigli giusti. Partendo proprio dal bisogno primario per eccellenza: la necessità di un buon sonno. Il riposo notturno di qualità è probabilmente il requisito più importante per la salute umana, ma anche quello più facilmente trascurato. Soprattutto nei periodi di festa, quando le ore piccole tendono a diventare le più intensamente vissute. Diamoci quindi una regolata e cerchiamo di porre rimedio sia agli stress da vacanza accumulati, sia alle negligenze di più antica data. 

 

Possiamo allora cominciare da una semplice domanda: come ci sentiamo al mattino, al momento di alzarci?

Intorpidimento generale, sensazione di pesantezza, o più precisamente dolori al collo, alle spalle o alla schiena sono segnali da non sottovalutare. Possono essere dovuti semplicemente ad un sonno inquieto, sempre alla ricerca della giusta posizione, oppure a cattive posture che causano contrazioni muscolari e accentuano sofferenze già in atto alla colonna vertebrale. La prima causa di questi malesseri, molto più frequenti di quanto non si pensi, è il materasso, probabilmente invecchiato e ormai deformato oppure banalmente non più adatto alle esigenze del nostro corpo. Sì, perché il fisico cambia col passare degli anni: il peso aumenta, l’elasticità della muscolatura e delle articolazioni diminuisce, i tendini ne soffrono. 


Che fare allora?
Il passo successivo è prendere la decisione più saggia: è il momento di cambiare il materasso. Bene, ma quale materasso scegliere? 

Procediamo per gradi. Il primo errore da evitare è pensare che il materasso debba essere duro o come erroneamente si dice “ortopedico”. In realtà il materasso corretto è quello che offre il giusto sostegno. Per saperlo scegliere quindi è opportuno partire dalle proprie caratteristiche fisiche e dalle proprie preferenze. 

 

Esistono naturalmente dei criteri guida di base. 

Il materasso a molle per esempio è consigliato a persone di robusta corporatura, che preferiscono un materasso rigido. Particolarmente evoluto è il materasso a molle indipendenti e insacchettate, che si adatta meglio alla forma del corpo, offre un supporto ideale alle parti più pesanti e riduce la trasmissione dei movimenti del partner. Il materasso in lattice è molto elastico e resiliente, è traspirante e antibatterico e può essere a portanza differenziata, per un sostegno più armonioso e confortevole. Il materasso in poliuretano è sempre più sviluppato, ha molte possibili variabili di caratteristiche e prestazioni, come diversi livelli di durezza e flessibilità; particolarmente evoluta è la versione memory foam, un poliuretano visco elastico che si automodella sotto il peso del corpo per poi tornare alla forma originaria.

Le scelte possibili sono dunque molto numerose: tutte sono raccomandabili, ma tra tutte occorre individuare con attenzione quella più adatta a ciascuno

 

La soluzione migliore è quella di rivolgersi ad un rivenditore specializzato a cui chiedere tutte le informazioni utili per una scelta consapevole. E provare il materasso prima di acquistarlo, direttamente in negozio: la prima impressione, anche se di pochi minuti, è quella che conta. Fidatevi di voi stessi e del vostro negoziante: solo così potrete trovare il materasso davvero giusto per voi e concedervi finalmente sonni di qualità. 

 

E’ il modo migliore per iniziare il nuovo anno.

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni