Rivenditori Rivenditori

Come combattere gli acari con il materasso giusto

05.04.2016 Sonno e allergie
dettaglio notizia

Scopri qui quali sono gli elementi, i materiali e gli accessori adatti per chi soffre di allergia agli acari della polvere.

Il materasso e' l'ideale punto di ristoro non solo per gli umani assonnati e stanchi: lo e' anche per gli acari della polvere, che quasi non trovano posto migliore in casa per rifugiarsi e starsene comodi e al sicuro. E' per questo stretto contatto con gli allergeni per molte ore che chi soffre di allergia alla polvere domestica si sveglia al mattino in preda agli sternuti, con gli occhi lacrimanti e con una tosse fastidiosa.

Per ovviare a questi inconvenienti occorre seguire alcuni semplici suggerimenti nella scelta del materasso e degli accessori che lo completano.

Occorre però iniziare con una premessa indispensabile per capire la natura del problema: gli acari prediligono l’umidità. Il corpo umano durante il riposo notturno emette circa un terzo di litro in sudore e tossine che si deposita inevitabilmente sulla biancheria indossata, sulle lenzuola e sul materasso: va dunque smaltito, prima di tutto per eliminare la fastidiosa sensazione di bagnato sulla pelle e poi per evitare appunto l’accumulo di umidità e quindi la proliferazione e l’alta concentrazione di acari.

Ma quali sono gli elementi del materasso che facilitano questo smaltimento e quali sono le caratteristiche di cui tener conto?

Consideriamo dapprima l’anima del materasso, la cosiddetta struttura di sostegno, e i diversi materiali con cui può essere realizzata: è suo il compito più gravoso, quello di facilitare la dispersione del calore e dell’umidità accumulata durante il sonno.

La schiuma di poliuretano di ultima generazione, a cellula aperta e realizzata con polimeri di origine vegetale, è un materiale difficilmente attaccabile da muffe e batteri ed è in grado di intercettare l’umidità. Grazie poi alla presenza di fori passanti e canali di aerazione, la sua struttura a celle comunicanti la elimina istantaneamente perché consente una costante ventilazione all’interno del materasso. Ugualmente la schiuma di lattice sintetico o naturale ben si presta perché è traspirante, antibatterica, elastica e resiliente. Anche in questo caso la presenza di fori passanti garantisce la circolazione dell’aria e quindi combatte con efficacia il ristagno di umidità. Una funzione analoga la assicura anche il materasso a molle insacchettate singolarmente in un sacchetto di tessuto-non tessuto, che proprio per la sua caratteristica strutturale smaltisce molto efficacemente il calore emesso dal corpo perché agevola la ventilazione interna e quindi impedisce la formazione di un ambiente umido.


E’ sempre meglio orientarsi su modelli con cover sfoderabili che consentano di arieggiare frequentemente il materasso e lavare il rivestimento. Ancora meglio scegliere quelle realizzate con imbottiture e tessuti che contrastino la colonizzazione di acari: le tecnofibre arricchite con ioni d’argento o con speciali fibre di cellulosa vegetale sono l’ideale per tenere sotto controllo il microclima del letto e favorire la traspirazione corporea.

Accessori di completamento come le sovrafodere in tessuto ad effetto barriera impediscono poi agli acari di raggiungere il materasso e là annidarsi. Sono facili da lavare in lavatrice e rappresentano un valido contributo alla soluzione del problema.

 

Insieme alle normali e ormai citatissime norme igieniche, oltremodo importanti da rispettare in un ambiente come la camera da letto, il materasso è dunque un’arma decisiva per combattere le allergie da polvere. Va scelto con attenzione e mantenuto con cura. Ma non può essere eterno: dopo sette o al massimo dieci anni va comunque sostituito, perché anche il tempo che passa è una minaccia per la salute.

 

Per trovare il tuo materasso ideale clicca qui.

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere tutte le news sui materassi del Consorzio?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni