Rivenditori Rivenditori

Materasso e allergie

13.12.2014 Sonno e allergie
dettaglio notizia

La principale allergia che si manifesta tra le mura domestiche è quella agli acari della polvere. Ma cosa comporta per i soggetti allergici? E come dormire al meglio?

Comunemente nota come allergia alla polvere, si manifesta con sintomi come asma, raffreddore, congiuntivite ed eczema.

Ma cos’è l’allergia agli acari della polvere?

E’ una reazione eccessiva del sistema immunitario umano che combatte contro allergeni di per sé innocui, riconoscendoli come nemici anche se non rappresentano alcun un pericolo per la nostra salute.
Gli acari sono praticamente invisibili ad occhio nudo e la loro presenza è avvertita solo dai soggetti allergici.

Per contrastarne i sintomi è fondamentale la prevenzione ambientale e tenere sotto la soglia critica di 100 acari per grammo di polvere la concentrazione delle proteine allergizzanti. Ecco allora che è fondamentale osservare delle corrette abitudini igieniche, come ventilare bene le camere al mattino, arieggiare le coperte, lavare frequentemente lenzuola e federe, cercare di tenere la temperatura di casa a circa 18-20°C e far sì che l'umidità relativa non salga oltre il 50%.

 

Il paziente allergico avrà poi bisogno di una adeguata terapia farmacologica. Un'accurata indagine allergologica permetterà una prescrizione medica personalizzata per ogni paziente.

 

Il materasso ed il cuscino offrono le condizioni ottimali di temperatura ed umidità per la colonizzazione degli acari domestici; per una buona prevenzione, è consigliabile ricoprirli con apposite fodere che impediscano l'inalazione ed il contatto da parte del soggetto allergico delle particelle allergizzanti. Un'adeguata strategia preventiva di bonifica ambientale e farmacologica permetterà di ridurre in modo significativo, i sintomi per coloro che soffrono di allergia agli acari.

 

Ecco alcuni consigli specifici per i pazienti allergici agli acari:

  • dormire in camere da letto asciutte e prive di muffa;
  • il letto deve avere una struttura semplice senza cassetti o scomparti non ripulibili fonte di ricettacoli di polvere;
  • coperte e materassi vanno spesso arieggiati;
  • usare per i materassi ed i cuscini coperture impermeabili agli allergeni ed alla forfora. Le coperture (coprimaterasso e federa per il cuscino) vanno lavate almeno una volta ogni tre settimane;
  • l'aspirapolvere deve essere di ottima qualita' e possedere un filtro in uscita con effetto filtrante, battericida e antimiceti, grazie alla particolare composizione dei materiali con i quali è fatto. Sono filtri prodotti da aziende specializzate e vanno sostituiti ogni sei mesi;
  • l'uso di Acaricidi e' sicuramente utile, ma l'abuso e' dannoso;
  • e’ sconsigliata la coabitazione con gli animali domestici;
  • evitare spray profumati;
  • evitare i fumi del caminetto, specie se alimentato a pellet;
  • l'arredo della camera da letto e della casa in genere deve essere semplice e facilmente pulibile: pochi mobili, evitare i tendaggi ingombranti, evitare i tappeti, la moquette, gli scaffali polverosi con troppi libri e i peluche;
  • pulire il pavimento con panno inumidito;
  • evitare la moquette in casa ed in particolare in camera da letto.
Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni