Rivenditori Rivenditori

Materassi in lattice

14.12.2014 Il sistema letto
dettaglio notizia

Non sai come è fatto un materasso in lattice? Leggi qui.

Il lattice è un materiale con una particolarità molto interessante per la costruzione dei materassi: grazie alle sue qualità intrinseche, permette di avere comfort e sostegno al tempo stesso. È infatti  un materiale molto elastico e resiliente (ovvero ritorna alla forma originaria).

Il lattice può essere naturale (una secrezione di alcune piante tropicali) oppure di sintesi (molecola riprodotta in laboratorio). Quest’ultimo è meno elastico di quello naturale, ma anche più stabile, perché non soggetto alle fluttuazioni qualitative e quantitative tipiche di un prodotto naturale.

Il materasso in lattice accoglie adeguatamente il corpo senza generare pressioni. E’ ideale per coloro che prediligono materassi con una spiccata elasticità e resilienza: il lattice asseconda in modo armonico i vari gradi di pressione generati dal peso del corpo, compensandone immediatamente ogni variazione.

Per migliorare le perfomance, il sostegno può essere strutturato a zone dalla portanza differenziata per una risposta calibrata alle diverse parti del corpo. Inoltre la combinazione tra strati in lattice con schiume viscoelastiche a lenta memoria, oppure con schiume poliuretaniche a base gelatinosa formano strutture di sostegno dalle ottime capacità di modellazione alle forme del corpo.

Un buon materasso in lattice deve avere uno spessore complessivo tra 20 – 25 cm.

La struttura interna deve prevedere un’ anima di lattice dallo spessore minimo di 16 cm.

Il materasso in lattice per l’elevata permeabilità all’aria e all’acqua, necessita di una base d’appoggio che permetta la ventilazione e lo smaltimento dell’umidità che il corpo umano produce nel sonno: la base ideale è la rete a doghe di legno con una larghezza dei listelli non inferiore a 7 cm. Le reti con movimento alza testa e alza piedi esaltano il comfort del materasso in lattice.

 

La struttura tipo del materasso in lattice si compone di:

  • il tessuto di rivestimento: costituisce lo strato esterno ed ha un ruolo funzionale (resistenza all'usura e facilità di traspirazione) ed estetico;
  • lo strato di imbottitura: in cui vengono utilizzati materiali di origine naturale, tecnofibre oppure un mix tra queste. è importante perché presiede a funzioni di isolamento e assorbimento della sudorazione;
  • lo strato interno: costituito da un'anima di lattice, il cui spessore per garantire un sostegno adeguato deve essere almeno di 16 cm.

 

Il lattice e la legge. Scopri qui quando è corretto l’uso del termine lattice.

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni