Rivenditori Rivenditori

La camera da letto dei bambini e dei ragazzi

dettaglio notizia

La cameretta: i consigli per organizzarla al meglio

La camera da letto è lo spazio vitale dei nostri figli, da bambini come da adolescenti. Realizzarla nel modo corretto significa contribuire alla loro crescita serena ed equilibrata.

C’è un’età in cui la camera da letto non è soltanto quella dove si va a dormire la sera, ma diventa il posto in cui ci si rifugia e si vive per buona parte della giornata, soprattutto nei mesi invernali. Durante l’infanzia e l’adolescenza la propria camera, la “cameretta” nel linguaggio domestico abituale, è lo spazio personale in cui si cresce, si organizzano i pensieri, si studia, si riflette, si impara a considerare se stessi e a mettersi in relazione col mondo esterno. Ci si esercita anche a pensare alla propria abitazione da adulti.

Dunque alla cameretta dei ragazzi è giusto che i genitori pensino con la maggiore attenzione possibile, e magari anche con la fantasia. Soprattutto perché la camera muta in continuazione con l’avanzare dell’età.

                                                                  

Cominciamo dalla camera per un bambino.

Innanzitutto le dimensioni: quelle minime previste per una singola sono di 9 m², ma normalmente si arriva a circa 12 m². Terminato il periodo della prima infanzia, l’arredo di base previsto dalla normativa standard è costituito da un letto largo minimo 85/90 cm e lungo 190 e da un armadio cosiddetto “quattro stagioni”. Il letto ideale sarebbe poterlo adattare di giorno anche a comodo divano, da condividere eventualmente con i coetanei. Scegliamo arredi semplici e privi di spigoli vivi, modulari per poter essere completati col crescere delle necessità. E un tappeto morbido per terra, perché ai bambini piace stare a piedi nudi, ma anche ai più grandicelli giocare per terra sembra la cosa più naturale del mondo. Le sedute dovranno essere regolabili in funzione della crescita e le scrivanie ben illuminate, così come gli spazi di disegno e gioco. La luce naturale di una finestra, se ben sfruttata, è la fonte d’illuminazione migliore. Infine i colori: sempre allegri, ma di tonalità pastello, perché sono rasserenanti e conciliano un riposo tranquillo.

 

                                                                                

 

Quando l’adolescenza bussa alle porte arriva l’ora di rivedere il tutto.

Si comincia naturalmente dal materasso, che sicuramente non sarà più adeguato a sostenere un corpo completamente trasformato, molto allungato e ovviamente di maggior peso. Per una scelta corretta il Consorzio è prodigo di consigli, tutti facilmente a portata di… mouse. Ma anche gli spazi vitali vanno completamente ripensati e riorganizzati. Devono essere privilegiate naturalmente le necessità legate allo studio, alla lettura e all’utilizzo del computer. Quindi subito una scrivania adeguata, alta circa 70 cm per una profondità di almeno 60 cm e una lunghezza rispettosa degli spazi disponibili. L’ideale è dotarsi di una sedia da ufficio, di quelle con altezza e spalliera regolabili. Una bella scaffalatura sopra o a fianco della scrivania aiuterà a disporre i libri, che devono sempre essere facilmente raggiungibili. Una bacheca è utilissima per fissare appunti e foto di immediato utilizzo, ma è importante anche lasciare spazio libero alle pareti per foto più importanti e poster cui nessun ragazzo rinuncerebbe mai. Una poltroncina sistemata in un angolo strategico e ben illuminato sarà utilissima per leggere in pieno comfort e per appoggiare i vestiti al momento di coricarsi.

   

                                                                                   

 

Due parole infine sulla sicurezza, un tema in realtà complesso che meriterebbe un approfondimento a parte. E’ sempre meglio scegliere mobili realizzati con materiali naturali, come il legno, finiti con laccature atossiche. Precauzioni doverose nei confronti dei più piccoli, ma altamente consigliabili anche per i più grandi. E, perché no, anche per gli adulti.

 

 

                                                                      

Federica Colombini
Consulente Tecnico ANAEPA
Confartigianato Edilizia

Potrebbe interessarti anche...
newsletter Vuoi ricevere consigli su come dormire in modo confortevole?
Dichiaro di aver letto l'informativa qui allegata e di accettare il trattamento dei miei dati personali per le sole finalità indicate.

Contattaci per Informazioni

promo guide